I love to ride my bicycle! Itinerari cicloturistici nella bella Romagna.

Prova ad immaginare di percorrere itinerari sensazionali che ti regalano un panorama incantevole sul mar Adriatico, oppure sul verde delle rigogliose colline dell’entroterra Romagnolo, punteggiate dai filari di vigneti o dai pittoreschi borghi che si depositano sulle loro pendici come meravigliose farfalle. Immagina di poter consumare ottimi pasti nelle tradizionali osterie o nei graziosi ristorantini della costa, dove all’amore per la cucina della tradizione portata avanti con passione, si unisce lo spirito conviviale ed ospitale di chi abita questa terra. Prova ad immaginare albergatori che condividono la tua stessa passione per la bicicletta, che ti sanno consigliare con la tua stessa luce negli occhi, i migliori percorsi, che si prendono cura del tuo mezzo, fornendoti servizi dedicati. Tutto ciò in Romagna, diventa realtà, una terra che ha fatto del cicloturismo, uno dei suoi punti di forza, una terra che ha mostrato al mondo intero atleti del calibro di Marco Pantani. La bicicletta quindi è parte integrante della sua tradizione, il contatto con la natura e la possibilità di passare, entro pochi chilometri, dal mare alla montagna, la rendono particolarmente idonea a questo tipo di sport. Ecco alcuni itinerari suggestivi, in grado di offrire piacevoli sorprese!

Itinerario numero 1: Pantani e la piadina Romagnola

Un percorso piuttosto facile, che toccherà tutte le più graziose località balneari della Romagna, Rimini – Cesenatico – Bellaria – Rimini e così denominato poiché l’atleta è proprio nato a Cesenatico.

Itinerario numero 2:  tra l’azzurro del mare ed il verde delle colline

Questo percorso è di difficoltà media e si disloca tra la Romagna e le Marche, da Riccione si arriva fin nell’entroterra di Mondaino, proseguendo per Montecchio, nel pesarese. Da Pesaro si pedala verso la così detta “panoramica”, uno splendido percorso che si sviluppa nella Riserva Naturale del Monte San Bartolo, con paesaggi mozzafiato a picco sul mare in grado di lasciare a bocca aperta!

Itinerario numero 3: percorso del Sangiovese

Un itinerario a leggera intensità nelle colline dell’entroterra di Riccione, un susseguirsi di mirabili colori dall’azzurro del mare, al verde brillante delle rigogliose colline abbracciate dai filari di viti e ulivi, un percorso suggestivo tra i profumi e i sapori di questa amabile terra!

Ti aspettiamo in Romagna, qui potrai vivere la più bella vacanza in bike della tua vita!

 

Ammirare l’alba o il tramonto, fa bene all’anima!

La nostra routine, casa-lavoro, è  spesso frenetica e a tratti stressante, cerchiamo di districarci da tutti gli impegni con la stessa abilità con cui  Spiderman si arrampica sui palazzi della città, ma il continuo saltare da un posto all’altro, da un appuntamento all’altro, può causare effetti negativi sulla nostra psiche, ma anche sulla nostra salute fisica.

Poi finalmente giunge l’estate e con essa la tanto agognata, sognata (e diciamocelo, anche meritata) vacanza al mare. I ritmi sono più lenti, il tempo sembra fermarsi, come sospeso. Trascorrere le proprie giornate dedicandosi a qualcosa di bello, di inusuale, di inaspettato, infonde benessere, buon umore e gioia di vivere. Provate ad ammirare il meraviglioso spettacolo dell’alba sul mare, una cosa da fare almeno una volta nella vita quando siete in vacanza, una pratica che aiuta la mente a distendersi e liberarsi da stress e preoccupazioni.

Se ci pensate, è una pratica molto semplice e per niente dispendiosa, ma è proprio in questa sua semplicità che è contenuta una bellezza senza eguali, sedetevi nel vostro piccolo angolo di mondo, sulla spiaggia o sulla battigia, lasciando che l’acqua vi bagni leggermente, lasciate andare totalmente il vostro corpo e la vostra mente, sentitevi più leggeri e liberi. Sentitevi vivi. Assaporate tutti i riflessi e le sfumature che il sole crea piano piano sulla superficie dell’acqua e regalatevi una mezz’ora di pura bellezza senza tempo.

 

Il brodetto di pesce dell’Adriatico

Tutto il sapore della tradizione, racchiuso in un piatto gustoso e nutriente!


Il brodetto di pesce è un piatto gustoso e nutriente, il cui inconfondibile profumo è in grado di far venire l’acquolina in bocca, anche da lontano! Questo piatto è tipico della tradizione marinara Romagnola, non a caso è nato proprio dai pescatori del mar Adriatico, che utilizzavano il pesce più difficile da vendere, per via delle dimensioni o perché di qualità meno alta, ma comunque in grado di rendere un piatto davvero prelibato e super invitante!
La Romagna e le Marche si contendono la ricetta, in particolare, in Romagna non può mancare la così detta “gallinella di mare”, o anche chiamata “mazzolina o mazzole” mentre nelle Marche si utilizza il pesce San Pietro. Per fare una buona zuppa, occorrono, almeno nove o dieci tipi di pesce differenti: le seppie, le triglie, il merluzzo, lo scorfano, i frutti di mare, le gallinelle, il polpo, le vongole, le cozze, i calamari.
Provate la nostra ricetta, vedrete che i vostri ospiti ne rimarranno estasiati e voi farete un figurone!
Ingredienti: 2 kg di pesce misto le seppie, le triglie, il merluzzo, lo scorfano, i frutti di mare, le gallinelle, il polpo, le vongole, le cozze, i calamari; olio d’oliva, passata di pomodoro, mezzo bicchiere di vino bianco fermo, mezza cipolla, 1 spicchio d’aglio, prezzemolo, sale e pepe quanto basta!
Preparazione: in una pentola, fate rosolare leggermente l’aglio e la cipolla nell’olio di oliva, aggiungete il prezzemolo tritato fine, i calamaretti e le seppie tagliati a listarelle e fate cuocere all’incirca per 15 minuti, finché non si sarà formato un delizioso sughetto. Aggiungete la passata di pomodoro e un pizzico di sale e pepe, aggiungete i pesci più grossi e poi quelli più piccoli e una cascata di vino bianco, per saporire ancora di più la zuppa. Cucinare il tutto per circa 20 minuti e aggiungere, per ultime, cozze e vongole con una bella spolverata di prezzemolo tritato. Fate cuocere il vostro brodetto a fuoco lento, per circa 40 minuti, finché il pesce non diventa morbido e tenero e poi decorate il tutto con 4 o 5 crostini dorati.
Buon appetito!

I tesori della Romagna: Ravenna

La Romagna è una terra ricca di meravigliosi posti da visitare.

Il suo territorio, così diversificato al suo interno, la rende interessante sia dal punto di vista naturalistico, che dal punto di vista culturale: l’azzurro del mar Adriatico, il verde delle colline abbracciate dai filari di viti e ulivi, i piccoli ed incantevoli borghi, tutto ha un’aura evocativa e poetica, in grado di stupire! Non a caso è stata la culla tanto cara a Giovanni Pascoli, musa ispiratrice di numerose sue composizioni e paese natale: egli nacque per l’appunto a San Mauro di Romagna.

Per la rubrica “cose da non perdere in Romagna”, oggi vogliamo parlarvi della splendida Ravenna, a pochi passi dai nostri Piccoli Hotel del Mare. Ravenna è uno scrigno pieno di incantevoli tesori d’ammirare, in grado di far provare al turista emozioni che difficilmente si provano altrove. Uno spettacolo architettonico di rara bellezza, in cui ancora oggi si ravvisano le diverse dominazioni: da quella Romana, a quella Bizantina, a quella Veneziana. Una delle prime tappe certamente da visitare, è la Basilica di San Francesco, dove si svolsero i funerali del sommo poeta, Dante Alighieri. Un fascino senza tempo in grado di lasciare a bocca aperta i visitatori. Ravenna è inoltre famosa per i suoi mosaici, ravvisabili ad esempio nella Basilica di San Vitale, un vero e proprio capolavoro artistico dove si respirano ovunque le influenza orientali. Da non dimenticare il Mausoleo di Galla Placidia, frutto dell’unione di due costruzioni, il cui esterno stupisce per la sua pura semplicità, ma l’interno è interamente arricchito da mosaici tutti sui toni dell’oro, dell’ocra, del rosso, del blu: qui si può infatti ammirare un vero e proprio cielo stellato, che rende il luogo ancora più magico e suggestivo.

Insomma, i posti da visitare a Ravenna sono tanti e tutti con una loro caratteristica particolare, ma il comune denominatore è sempre quello: tornerete a casa con la valigia piena di indelebili ricordi e gli occhi pieni di bellezza.

Pesche e nettarine IGP della Romagna

Le pesche e nettarine della Romagna: un profumo e un sapore inconfondibili!

Buon pomeriggio dal blog dei Piccoli Hotel del Mare!

Oggi parliamo di un frutto che qui in Romagna è diventato una vera e propria istituzione: le pesche e nettarine IGP. Prodotti IGP dal 1997, le Pesche e Nettarine di Romagna sono tutelate poiché rappresentano a pieno titolo la storia della frutticoltura romagnola.

Le prime testimonianze sulla sua coltivazione, si ha già a partire dal Trecento, il clima mite e la vicinanza del Mare Adriatico ha reso particolarmente favorevole la coltivazione di questi frutti, prima ancora che si diffondessero in altre zone d’Italia.

Le pesche e nettarine IGP, sono ottime da gustare da sole, ma anche come ingrediente per dolci, marmellate, succhi e bevande. La nettarina ha un profumo intenso e caratteristico e mangiarla anche direttamente raccolta dagli alberi, si sente tutto il sapore e il succo del frutto. Sono il frutto ideale da consumare durante la stagione estiva, poiché dal punto di vista nutrizionale, sono reidratanti, dissetanti, ricche di zuccheri semplici e di beta carotene e  particolarmente ricche di potassio, un ottimo integratore di energia e benessere per ricaricarsi dopo lo sport o l’esposizione al sole.

Vi aspettiamo in Romagna, la terra dai mille sapori, colori e profumi!

Le lasagne al ragù: il vero sapore della romagna!

Sono il piatto romagnolo per eccellenza, il loro sapore è inconfondibile e i romagnoli le mangerebbero anche d’inverno! Parliamo delle lasagne al ragù, un piatto della tradizione che evoca numerosi ricordi: quante volte ci svegliavamo la domenica con il profumo delle lasagne, fatte con amore dalla nonna!  E prima che tutti fossero a tavola, la nonna ci faceva assaggiare la croccante crosticina che si forma durante la cottura, una vera bontà. Con questa ricetta preparerete delle lasagne buone come quelle delle vere azdore romagnole, le regine del focolare domestico, simbolo positivo di operosità instancabile. Siete pronti a tuffarvi in un mare di gusto? Allora ecco la ricetta!

Per preparare la sfoglia vi occorre: 250 grammi di farina e 2 uova.

Per il ragù di carne ecco gli ingredienti: 220 grammi di carne macinata di manzo, 50 grammi di carne macinata di maiale, 250 grammi di pomodori pelati, carota, cipolla, sedano, sale, pepe e un buon olio di oliva fresco.

Per la besciamella: 100 grammi di burro, 70 grammi di farina e 1 litro di latte.

Prendete un tagliere di legno e iniziate ad impastare farina e uova fino ad ottenere un impasto omogeneo a cui dovrete dare la forma di una palla. Ponetela in un contenitore e posate sopra il vostro impasto una coperta, fatelo poi riposare in frigo. Nel frattempo fate bollire il ragù di carne e in un’altra pentola preparate la besciamella. In seguito, stendete la vostra pasta con un mattarello, in modo da farla diventare una sfoglia e tagliatela in rettangoli di cm 10×15. Fate bollire per un minuto, in abbondante acqua salata i vostri rettangoli di pasta. Per fare in modo che i rettangoli non si incollino l’uno con l’altro, aggiungete un po’ di olio nella pentola in cui fate cuocere la pasta. Una volta pronti, toglieteli dall’acqua e asciugateli con un canovaccio da cucina, nel frattempo, prendete una teglia da forno e impregnatela di abbondante ragù, sul quale poi disporrete sopra i vostri rettangoli di pasta, a cui poi sopra metterete nuovamente besciamella e abbondante parmigiano. Continuate così finché non arrivate a riempire tutta la teglia di strati e nell’ultimo strato aggiungete abbondante parmigiano fresco e mettetela in forno a 180 gradi per 30 minuti! Sopra si formerà una croccante crosticina e il suo intero sarà morbido e golosa, si scioglierà in bocca e i vostri ospiti non potranno che chiedervi il bis!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La bellezza della Romagna, non solo il mare!

le saline di cervia e gli itinerari del sale

 

saltern of Cervia, Italy

La Romagna è spesso conosciuta come terra del divertimento, ricca di parchi divertimento, locali alla moda, lunghe spiagge dagli ottimi servizi. Ma la Romagna non è solo il mare!  La Romagna è costituita da meravigliosi paesaggi naturalistici, piccoli borghi e verdi colline della pianura, la costa del  senza dimenticare delle pittoresche città d’arte che la contraddistinguono. Un cenno particolare lo meritano le famose Saline di Cervia. Un’ambientazione meravigliosa dal punto di vista naturalistica e resa ancor più suggestiva e magica al tramonto, quando i raggi del sole in discesa colpiscono le pozze d’acqua accendendole di arancione, giallo e rosso. Le saline sono state riconosciute come Zona Umida di importanza internazionale e dal 1971 sono diventate una vera e propria Riserva Naturale con le quasi 100 specie di uccello che vi abitano.  Come un cielo di notte, la Romagna è costellata da tante piccole stelle, i suoi tesori, custoditi e mostrati con amore da chi abita questa terra!

Ecco alcuni dei tour disponibili, prenotando ai riferimenti sotto riportati:

PASSEGGIATA IN SALINA, durata 1 ora 30 Itinerario naturalistico a piedi, alla scoperta di flora e fauna.

IN SALINA IN BARCA, durata 2 ore in barca elettrica tra i canali della salina.

UNA FINESTRA SUL PASSATO, durata 2 ore dal Centro Visite della Salina, immersi nella storia di Cervia attraverso un innovativo percorso multimediale.

TRAMONTO IN SALINA, durata 1 ora e 30 minuti, suggestiva escursione in barca elettrica per raggiungere il cuore della Salina.

SALINA SOTTO LE STELLE, durata 2 ore e 30 minuti, serata con un esperto astrofico per osservare le stelle nella suggestiva atmosfera notturna.

LA RACCOLTA DEL SALE, durata 2 ore, in occasione della raccolta del sale suggestiva passeggiata in barca.

SALINA DA MANGIARE, durata 2 ore e 30 minuti escursione con degustazione di prodotti locali.

 

Per informazioni:
Centro Visite Salina di Cervia
Tel. 0544 973040 – Email: salinadicervia@atlantide.net

 

 

Bentornata primavera!

 Vialetto degli artisti di primavera!

 

Cervia e Milano Marittima, sono piccole perle incastonate lungo il litorale del Mar Adriatico, da sempre conosciute per gli eventi artistici e culturali, ma anche per i locali più alla moda della riviera, che attraggono ogni anno giovani da tutta Italia. A partire dal 31 Marzo, lungo il rinomato canalino di Milano Marittima, chiamato “Vialetto degli artisti” saranno protagonisti Designer, Creativi e Artigiani di tutta italia, i quali esporranno le loro opere realizzate in pezzi unici o ad edizione limitata. Un tripudio di colori, forme, arte, creatività che vi incanterà, anche grazie alla bellissima atmosfera del vialetto, per l’occasione allestito con luci calde e soffuse, in grado di creare un’atmosfera suggestiva.

38° FESTIVAL INTERNAZIONALE DELL’ AQUILONE

a pinarella, dal 20 aprile al 1° maggio

 

Nato nel 1981 con l’intento di riunire i migliori maestri aquilonisti del pianeta, il Festival Internazionale dell’Aquilone di Artevento è la prima manifestazione al mondo dedicata all’arte eolica. E’ fra gli eventi più longevi ed amati dagli appassionati dei 5 continenti ed è definito come uno dei 10 “best festival” mondiali a cui partecipare almeno una volta nella vita dall’ autorevole Drachen Foundationdi Seattle. ARTEVENTO celebra l’ aquilone come oggetto d’arte, elemento spettacolare e strumento didattico, consacrando Cervia capitale mondiale dell’aquilone.

È il posto migliore al mondo per vedere gli “Sky Art Kites” più famosi: qui incontrerai i più creativi “Maestri del vento”.

Grazie allo sguardo visionario del suo ideatore Claudio Capelli l’evento riflette fin dagli esordi il fascino di un’opera unica nel suo genere, inducendo Peter Waldron, pioniere dell’aquilonismo moderno, a definire quello di Cervia non semplicemente un festival, ma un “pellegrinaggio”.

La piadina romagnola

deliziosamente soffice, la piadina romagnola!

 

E’ la regina dello street food italiano ed è amata da milioni di persone in tutto il mondo: stiamo parlando della piadina romagnola, una ricetta povera dalle origini antichissime, che si presta ad essere farcita con qualsiasi ingrediente vi suggerisca la vostra immaginazione. Dai più tradizionali come crudo, rucola e squacquerone, ai più innovativi come hummus, tofu o insalata di pollo, il risultato sarà sempre super appetitoso!

Ingredienti per 6 piadine del diametro di 22 cm

Farina 00 500 g
Strutto 125 g
Acqua a temperatura ambiente 170 g
Sale fino 15 g
Bicarbonato 1,5 cucchiaini