Un labirinto nel campo di pop corn!

 

Perdersi, girare a sinistra e poi a destra e ritornare allo stesso punto di partenza, quindi cambiare strada. Tutto questo e molto altro è il labirinto.
Tra i più leggendari c’è sicuramente quello di Cnosso, il mito greco di Teseo e Arianna e del famoso labirinto costruito dal Re Minosse per nascondere il Minotauro, un essere per metà uomo e per metà toro.

E quando il mito incontra un campo di pop corn, la leggenda si trasforma in un’esperienza unica ed irripetibile nella fantastica cornice del Parco Regionale Delta del Po.

Dunque se un tempo solo l’eroico Teseo si era offerto di entrare per uccidere il mostro aiutato dal famoso filo di Arianna, ora tutti lo possono affrontare.
E se questo avviene in un campo di mais è ancora più divertente.
È così che nasce il Labirinto Dedalo, il progetto innovativo del giovane architetto cervese Mattia Missiroli.  Con i suoi 100 mila metri quadrati di superficie è considerato il più grande labirinto di mais d’Europa, con i suoi sentieri e percorsi intricati e fuorvianti dai quali non è semplice uscire.

Il funzionamento del labirinto è molto semplice: una volta entrati da un ingresso, dopo un lungo percorso variabile occorre trovare l’uscita.

La piantagione ha un’estensione di circa 8 ettari; il percorso da fare a piedi al suo interno è di circa 3,5 Km, con diversi stradelli che vanno dai 7 ai 10 Km. Al suo interno sono inoltre presenti anche un labirinto baby, pensato per sperimentare percorsi ludico-didattici, delle  aree pic-nic per ospitare i visitatori, prima o dopo l’avventura con un pranzo al sacco ed in alcune occasioni il campo di mais viene utilizzato come speciale location per gli eventi.Grazie ad un ampio orto e alla coltivazione diretta di ortaggi è possibile infine acquistare prodotti del campo a Km 0.

Insomma un esperienza divertente da provare, fuori dall’ordinario e adatta a tutte le età!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *