Perché a Natale ci scambiamo i regali?

Il periodo natalizio è un momento di festa e di convivialità condivisa.  È un occasione per trascorrere del tempo insieme ai propri affetti in un clima rilassato e di allegria.

Ci sono tradizioni che si tramandano di anno in anno, di generazione in generazione, finendole per dare scontate, abitudini così radicate nel nostro modo di vivere, che smettiamo perfino di interrogarci sulla loro derivazione.

Ad esempio, vi siete mai chiesti perché a Natale si fanno i regali e da cosa ha avuto origine questa particolare usanza?

Ciò che facciamo ogni Natale, ovvero il gesto di scambiarci reciprocamente dei doni, sembra risalire alle strenne degli antichi Romani: rami consacrati che le persone usavano scambiarsi il primo Gennaio come augurio di prosperità e di abbondanza. La leggenda narra che fu il re dei Sabini Tito Tazio a dare origine all’usanza dei regali di Natale chiedendo ogni anno ai suoi sudditi un rametto di alloro o di ulivo che questi dovevano raccogliere nel bosco sacro della dea Strenia e consegnarlo per Capodanno. Un’usanza, questa, che con il tempo ha visto sostituire i rametti con i doni che oggi ci scambiamo ogni 25 Dicembre.

Vi è infine chi sostiene che tale tradizione abbia invece origini religiose e che sia da collegare al momento della nascita di Cristo, ai famosi doni, di oro incenso e mirra, portati in omaggio dai Re Magi.

Oggi lo scambio di regali a Natale è un momento di gioa e allegria, una felicità condivisa con chi amiamo di più, un rinnovo simbolico, sancito da un dono, dei legami con le persone che più ci stanno a cuore.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *