Il sorprendente entroterra romagnolo: le Grotte di Onferno

Nessun luogo come una grotta, è capace di custodire e nascondere i segreti di infinita bellezza che la natura ci offre. La vacanza in Riviera non è solamente di mare e diverse sono le sorprese che l’entroterra romagnolo ci riserva. Tra i luoghi di interesse naturalistico più conosciuti, per il loro intramontabile fascino e mistero, vi sono senza dubbio le Grotte di Onferno, un complesso carsico di notevole valore. Una riserva lontana dalla confusione della città, alla scoperta di avventurose e misteriose cavità sotterranee.

Un po’di storia: antiche credenze.

“Castrum Inferni” si chiamava un tempo questo grazioso paesino arroccato sulle colline della Valconca. Tale nome era dovuto alle fumate di vapore che nei mesi invernali, specie al crepuscolo, erano emanate dalle rocce, fumi che avevano alimentato antiche credenze secondo le quali si immaginava che l’ingresso degli inferi fosse proprio lì. In realtà tale fenomeno si scopri successivamente essere causato semplicemente dalla differenza termica tra l’interno della grotta e l’esterno.

Questo avventuroso complesso di grotte carsiche, frutto dell’erosione di un torrente, si estende per oltre 850 metri sotto terra (sotto l’omonimo paesino arroccato), attraverso un percorso sorprendente fatto di anfratti e cunicoli. Per accedervi si imbocca un sentiero con scalini, che dal bosco conduce in un canyon.

All’interno delle Grotte, oltre a concentrazioni di roccia e cristalli di gesso, potrete ammirare la colonia di migliaia di pipistrelli che qui vive sotto stretta tutela come specie protetta. Questo avventuroso viaggio, che tanto ci ricorda la prima cantica della Divina Commedia dantesca, con i suoi gironi infernali, viene fatto in compagnia di guide esperte che, per un’ora circa, vi accompagnano spiegandovi le curiosità ed i particolari degli ambienti che trovate lungo il percorso. Poiché, per non disturbare la quiete dei pipistrelli, non è stato installato un capillare sistema di illuminazione ed il percorso viene fatto con torcia e caschetto di protezione, i bambini si sentiranno dei piccoli esploratori alla ricerca di avventure da vivere e  misteriosi luoghi da scoprire.

Queste particolari grotte, con la loro suggestiva sala dei Mammelloni, così chiamata per la presenza di protuberanze dal soffitto, simili a mammelle pendenti, sono inserite in un complesso naturalistico molto bello, che consigliamo di esplorare passeggiando alla scoperta di sorprendenti punti panoramici, come quello che dalla piazza dell’antico Castello di Onferno regala una vista mozzafiato su San Marino e Sassofeltrio.

Le Grotte di Onferno e l’intera Riserva sono una piacevole avventura per tutta la famiglia, una gita in giornata alternativa, da fare se siete in vacanza da noi in Riviera.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *